Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

I nostri autori

Seleziona la lettera del cognome dell'Autore

| A | B | C | D | E | F | G | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | V | W | Y | Z |


Carpi Maria

Maria Carpi, di origini italiane (il padre era di Reggio Emilia), nasce nel 1939 a Guaporé, nello Stato del Rio Grande do Sul – Brasile.

Si rivela poetessa in età matura, a cinquantun anni, con il libro Nos Gerais da Dor […] e che le vale il prestigioso premio “Revelação Poesia/1990” della Associação Paulistas dos Críticos de Arte (APCA).

Il ricorso al verbo “rivelarsi” è voluto, nella convinzione che Maria Carpi sia nata poetessa molto prima del 1990, ossia, che abbia atteso alcuni anni per dare alla luce i versi che sarebbero andati a comporre tanto il libro d’esordio quanto, per lo meno, i due successivi, Desiderium Desideravi e Vidência e Acaso, pubblicati a distanza molto ravvicinata, rispettivamente, nel 1991 e nel 1992.

Nel 1996, […] dà alle stampe Cantares da Semente e quattro anni dopo, nel 2000, A Migalha e a Fome.

Nei successivi sei anni pubblica altre tre raccolte poetiche: A Força de Não Ter Força (2003), A Sombra das Vinhas (2005) e O Herói Desvalido (2006).

È del 2009 il profondo e originalissimo libro Abraão e a Encarnação do Verbo, un’interpretazione poetica di alcuni significativi passi biblici, in cui il filo conduttore, come suggerito dal titolo, è rappresentato dalla figura di Abramo.

Nel 2011, torna alla poesia “pura” con A Chama Azul – libro corredato di venti ”immagini” dell’artista plastico Alfredo Aquino e sapientemente presentato da Armindo Trevisan, poeta, saggista e critico gaúcho – un poema, composto di ventinove poesie, che è una lettura poetica sul «mondo interiore», più che sulla vita, di Santa Giovanna d’Arco.

L’ultima pubblicazione, del 2012, è O Senhor das Matemáticas, titolo metaforico per un libro in prosa poetica sui sogni, «non i sogni che idealizziamo – scrive Ivo Barroso, noto poeta e traduttore –, ma i sogni realmente sognati, con la loro propria nitidezza o il loro proprio offuscamento, sogni con o privi di significato, in una narrazione-confessione quasi psicanalirica».

Come dimostrano i molti premi letterari ricevuti, gli attestati di stima da parte di tanti noti poeti e alcuni studi su di lei pubblicati da critici e scrittori di fama, Maria Carpi è da ritenersi odiernamente tra le più originali “voci” della poesia femminile brasiliana.


www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari