Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

Massimo Piccirilli
Quell'eterno bisogno umano di sollievo
 
Paradossi quotidiani nel mondo della sanità

Isbn: 9788860746481
Pagine: 260
Anno di pubblicazione: 2014
Collana: Quaderni di neuroscienze e cultura

€ 15,00

Può l’organizzazione attuale del sistema sanitario soddisfare “ quell’eterno bisogno di speranza e di sollievo che l’uomo prova durante la sofferenza” evocato da Tolstoi come insopprimibile esigenza di ogni individuo?

La risposta è affidata agli studenti universitari della Facoltà di Medicina: non ancora inseriti nel sistema operativo ma con lo sguardo inevitabilmente rivolto ad uno scenario in cui già si immaginano come protagonisti, la loro presenza nelle strutture sanitarie ne fa osservatori privilegiati. Le loro testimonianze rivelano il disagio crescente di chi, mentre si interroga sul significato profondo della professione scelta, scopre un paradossale contrasto tra le aspettative dei due principali protagonisti dei processi di cura, il paziente e l’operatore sanitario.

L’indagine, basata sulla narrazione di episodi realmente verificatisi nel corso dell’interazione terapeutica, mette in luce le molte contraddizioni implicite nella logica dell’aziendalizzazione: – equiparare la cura degli esseri umani ad una merce come un’altra, – considerare l’operatore sanitario alla stregua di un dipendente sostanzialmente privo di autonomia ed il cui compito principale è massimizzare il profitto, – vanificare il ruolo del contesto lavorativo ritenendolo un dettaglio irrilevante – eliminare la componente relazionale generando un anonimato reciproco tra operatore sanitario e paziente che lascia ambedue insoddisfatti.

D’altro canto la didattica, promuovendo esclusivamente la perizia tecnica, perpetua un modello di medicina che non lascia il minimo spazio alla competenza comunicativa/relazionale ed al vissuto emotivo inducendo negli allievi un cinismo comportamentale che si accresce man mano che si avvicina la laurea.

L’improgabile adeguamento delle professioni sanitarie alle avvenute trasformazioni sociali e alle rinnovate esigenze culturali può verificarsi solo a patto di comprendere che lo straordinario avanzamento tecnologico è perfettamente compatibile con “quell’eterno bisogno di speranza e di sollievo che l’essere umano prova durante la sofferenza”. Bisogna mantenerne la consapevolezza ed agire di conseguenza.

Alla domanda provocatoria del dr House, icona dell’attuale modello di servizio sanitario: “Tu cosa preferisci? Un medico che ti tenga la mano mentre muori o uno che ti ignori mentre guarisci?” si può rispondere: “Preferisco un medico che mi tenga la mano mentre guarisco. È proprio impossibile?”.


Informazioni sull'autore

Massimo Piccirilli – medico, specialista in neurologia e in psichiatria, associato della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Perugia – insegna in numerosi Corsi di Laurea e di Specializzazione e svolge cicli di conferenze divulgative sulle relazioni fra mente, cervello e comportamento. È stato il promotore, organizzatore e direttore del primo Centro Regionale di Neuropsicologia, convenzionato con le Aziende Ospedaliere di Perugia (Unità di Riabilitazione Cognitiva) e di Terni (Studio e terapia dei disturbi cognitivi e comportamentali) e con l’Istituto di Riabilitazione Sereni di Perugia (Centro Studi Meme). I settori scientifici oggetto di indagine specifica riguardano l’analisi clinica e sperimentale della organizzazione delle funzioni cerebrali e l’utilizzazione delle metodiche neuropsicologiche nella prevenzione, diagnosi e riabilitazione dei disturbi del comportamento. I risultati delle ricerche effettuate sono stati presentati in numerosi congressi mondiali di neuroscienze ed i contributi più originali sono stati pubblicati sulle principali riviste nazionali ed internazionali di neuropsichiatria, ricevendo una vasta eco bibliografica. Ha pubblicato oltre 350 articoli ed è autore di un volume di aggiornamento sulla malattia di Parkinson (1998), di un Manuale di Psichiatria (2009, in collaborazione) e del saggio Dal cervello alla mente (2006).


www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari