Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

Igea Frezza Federici
Le cucine della memoria
 
Tradizione e cultura del cibo in Umbria

Isbn: 9788860747778
Pagine: 118
Anno di pubblicazione: 2016
Collana: Saggi di etnologia, antropologia, tradizioni popolari

€ 10,00

Molte delle piccole storie raccontate in questo volumetto sono state scritte nelle cucine delle case in via della Repubblica ad Amelia, la strada compresa fra la Porta Romana e la Croce di Borgo, la strada dove sono nata e dove ho passato quasi tutta la mia vita. Sì, di case, poiché la prima cucina, quella della casa in cui sono nata, aveva le finestre orientate a sud, e offriva una visuale libera oltre gli orti dei Farrattini. La seconda, invece, pur orientata a sud, guardava direttamente sulla via principale della città e offriva suoni e parole scanditi nei ritmi del quotidiano. Le cucine sono il pretesto per descrivere spazi, relazioni, doni, che superano l’idea di armonia del racconto, di spazi intimi e sicuri, per portare il lettore in luoghi e parole che superano ciò che è “necessario” che sia.
Informazioni sull'autore

Igea Frezza Federici è autrice di numerosi interventi e articoli su giornali locali e nazionali. Impegnata da anni sul versante della conservazione della memoria e delle tradizioni di Amelia, curatrice del «Nuovo Almanacco» della città, per i tipi Morlacchi di Perugia ha pubblicato Amelia. L’uomo e il paesaggio (2005); Pagine dall’Umbria (2009); Gente d’Umbria: uomini d’arme e di penna (2011); Immaginario amerino (2015) e ha curato, insieme a Fiorella Soldà e Maria Caterina Federici, La ballata del si dice (2007),  Semantica dell’Umbria (2010) e Se la tradizione orale lascia un segno... (2015). Collabora al «Messaggero» e al «Giornale dell’Umbria». È attiva nel volontariato di promozione sociale e culturale.


www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari