Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email

Özgen Kolasin
Il Grifo. Potere simbolico, mito e storia
 
Una ricerca interdisciplinare dalle origini ad oggi

Isbn: 9788860747877
Pagine: 212
Anno di pubblicazione: 2016
Collana: Kaìros - Miti, società antiche e scienze sociali

€ 16,00

In questo saggio, l’Autrice ricostruisce, in un quadro unitario e interdisciplinare, i diversi aspetti del grifo e il lungo viaggio spazio-temporale che esso come simbolo sta ancora compiendo, da millenni, attraverso la Mesopotamia, l’Egitto, la Siria, la Palestina, l’Anatolia, la Grecia, il mondo romano, etrusco e, ancora, quello perugino. In un tessuto concettualmente omogeneo, in effetti, il testo affronta, discipline e prospettive diverse, sottolineando l’interazione che esiste tra il mito, le evidenze archeologiche, storico-letterarie da un lato e l’antropologia, la psicologia e la comunicazione visiva di massa dall’altro.
Oltre a far conoscere le origini di un simbolo assai diffuso, questa ricerca – la prima che affronti il mitologema del grifo nel suo complesso, senza pretese di esaustività – vuole anche dimostrare fino a che punto, i meccanismi psicologici e mentali della percezione umana siano soggetti al potere simbolico e quali possano essere gli effetti di esso sulla coscienza collettiva. Del resto, il successo della comunicazione visiva nella pubblicità ha delle precise radici antropologiche e tali radici possono reperite oltre che nella mente umana, anche nella mitologia universale.
L’Autrice si è avvalsa così anche della letteratura psicoanalitica che riguarda il mito come archetipo, cercando di proporre un’analisi multidisciplinare del simbolo in oggetto, studiato nelle sue principali varianti, tenendo anche conto dell’ingente quantità di dettagli delle differenti tipologie iconografiche del grifo.
L’intento ultimo è quello di esaminare anche le molteplici dinamiche dei processi socio-culturali operanti nella simbologia antica nel suo complesso, soffermando altresì l’attenzione sul ruolo dell’arte all’interno di essa. Solo così, in effetti, si possono ridurre le distanze storiche tra ciò che è culturalmente familiare e ciò che è estraneo, comprendendo meglio la comunità umana e scoprendo che in essa tutto è intimamente connesso con tutto.

Informazioni sull'autore
Özgen Kolasin è nata a İstanbul. Di origini greche da parte di madre e montenegrine da parte di padre, si è formata studiando in college di lingua inglese a Istanbul. Successivamente, si è trasferita a Perugia, dove si è laureata in Tecnica Pubblicitaria presso la locale Università per Stranieri. Ragioni professionali l’hanno spinta prima a Milano, in una nota casa di produzione leader in campagne di comunicazione e video, e poi in varie città europee. Ampliando i propri orizzonti di ricerca, al suo rientro in Italia, si è dedicata in modo analitico agli studi umanistici, conseguendo anche le lauree triennale e magistrale in archeologia presso l’Università degli Studi di Perugia. Assecondando una passione della famiglia e del padre - collaudato collezionista d’arte antica - l’Autrice ha potuto studiare in presa diretta fonti archelogiche e collezioni d’arte di rilievo, delle quali si prospetta l’imminente musealizzazione. Ha partecipato a diverse campagne di scavo in Italia (Gubbio, Gualdo Tadino, Città Reale, Nemi) e in Turchia, a Knidos, dove si trova la tenuta di famiglia. Attualmente si sta dedicando allo studio della simbologia della pietra nera, da Cibele alla Madonna Nera, attraverso ricerche sempre correlate alla sfera socio-antropologica del mondo antico. In questa direzione, è ora anche impegnata in un progetto di ricerca, promosso dall’Università degli Studi Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, sul mitologema del Dio Pan, al fine di reperire le radici storiche della violenza di genere, dello stupro e degli attacchi di panico (sulla linea indicata da James Hillman). Da diversi anni, cura la redazione del sito culturale iloveturchia.it, patrocinato dall’ambasciata italiana in Turchia. Si è altresì occupata di psicologia umanistica e delle nuove forme di medicina non convenzionale, con particolare riferimento al nesso che lega le neuroscienze alla ricerca nel settore delle scienze umane.

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari