Multimedia Morlacchi Varia
MULTIMEDIA
PINO JODICE DIRIGE GLI ALLIEVI DEL CONSERVATORIO DI MILANO AL TERMINE DELLA PRESENTAZIONE DEL SUO VOLUME "COMPOSIZIONE, ARRANGIAMENTO E ORCHESTRAZIONE JAZZ".
ECCO UN ASSAGGIO:

http://bit.ly/2rTRJDT

http://bit.ly/2slgEwG

PINO JODICE AL FIM 2017
Photogallery Morlacchi Varia
PHOTOGALLERY
Foto Galleria
Pescatori del Trasimeno: le immagini
...Pubblicato....
Franco Venanti
Quei travolgenti anni '60
 


Isbn: 9788860748164
Pagine: 146
Anno di pubblicazione: 2016
Collana: Gli umbri. Biografie e memorie

€ 12,50

Una lotta contro il tempo che passa.
C’è l’ostinazione di una resistenza nel racconto che Franco Venanti svolge da un decennio all’altro della sua vita, stavolta approdando agli anni Sessanta.
Il tempo lavora a erodere la memoria e ad allontanare ciò che è accaduto in una prospettiva sempre più stretta fino a farlo svanire, la penna, invece, fissa, conserva, sottrae all’oblìo e consegna a futura memoria. Si scrive anche per questo, soprattutto quando si scrive di sé e di quello che si è vissuto. 
Venanti si schernisce, non sono uno scrittore, ma non è questione di patenti o titoli – e poi chi li dovrebbe consegnare? sicuramente non le Accademie depositarie dei presunti diplomi... – conta il bisogno di scrivere, la necessità che si avverte di affidare alla pagina qualcosa che ti appartiene e condividerla con gli altri. 
Certo, è un gesto che può nascondere una presunzione, il rischio di una esibizione egotica, ma non è la scrittura sempre – anche quando non sembra – uno specchio in cui si cerca di fissare un riflesso di quello che si è? Il profilo di un identikit che si accumula un tratto dopo l’altro fino a comporre una qualche fisionomia in cui riconoscersi? Senza dimenticare che chi scrive si mette comunque in gioco, espone se stesso allo sguardo degli altri e si propone a un dialogo, offre parole in attesa che il cerchio venga chiuso da qualcuno che le leggerà e tradurrà in una sua visione e in una sintesi, poco importa quanto e come divergeranno dalle intenzioni e dalla sostanza che l’autore vi ha trasfuso. 

Dall’Introduzione di Guido Barlozzetti

Informazioni sull'autore

Franco Venanti, pittore, è nato a Perugia nel 1930. Ha esposto nelle più importanti città italiane e all’estero. È stato invitato a rassegne nazionali e internazionali tra le più qualificate ottenendo importanti riconoscimenti. Sue opere figurano in numerose collezioni private e pubbliche, nazionali ed estere. Nel 1963 ha fondato a Perugia, insieme a Gerardo Dottori, suo fratello Luciano ed altri intellettuali, l’Associazione Culturale “Luigi Bonazzi”, della quale è tutt’ora Presidente. Sempre insieme al fratello Luciano ha ideato il Premio Corciano.

È stato Consigliere Comunale e per circa 20 anni consigliere dell’Accademia di Belle Arti di Perugia. Si è sempre battuto per la difesa del patrimonio artistico e culturale della sua città. Dal Presidente della Repubblica è stato nominato Commendatore e Grande Ufficiale e dal Presidente Ciampi è stato insignito del titolo di Benemerito della Cultura e dell’Arte. Il Comune di Perugia lo ha inserito nell’Albo d’Oro dei cittadini più illustri. Nel 2012 gli è stato conferito il premio “Rosa dell’Umbria” alla carriera al Teatro Lyrick di Assisi.

Oltre all’attività di pittore ha al suo attivo numerose pubblicazioni di scritti e grafica, anche insieme ad illustri personaggi di scienza e di cultura. Con Enrico Vaime “Pizzi e Nastrini” e “Se le donne facessero la cova”, con Francobaldo Chiocci “Augusta Perusia, Angusta Perusia”, con entrambi “Si metta per un attimo nelle mie penne”, con Giancarlo Scoccia “Il cappello a ciondoli” e “Dinastie Perugine”, con Dino Cimagalli “Trasparenze di un castello”, con Roberto Battiston “Dialogo tra un artista e uno scienziato”.

Da solo ha pubblicato “L’Alfabeto di Venanti”, “Venantiricon”, “Augusta Per...uggia”, “Anime e corpi”. Tra gli ultimi figurano: “Infinite tenebre, Franco Venanti interpreta l’Inferno di Dante”, “Sporco Mondo, vivere e sopravvivere all’entropia” corredato da venti scritti di noti personaggi italiani ed esteri, “L’Albero davanti casa, viaggio in un microcosmo”, e la serie autobiografica “Quando una rondine faceva primavera”, “Quei giovani degli anni ’50”. Di prossima uscita “La Genesi secondo Venanti”.

Eventi

Premi e
concorsi


Morlacchi Editore - P.zza Morlacchi 7/9 - 06123 PERUGIA
Tel. 075-9660291 / Fax. 075-5725297
E-mail. redazione@morlacchilibri.com
Copyright © 2016
Website: Attilio Scullari