Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Gaetano Mollo, Innocenza Ritacco
La comunicazione a scuola
 
Un’indagine nelle scuole elementari di Todi

Isbn: 9788887716825
Pagine: 106
Anno di pubblicazione: 2002
Collana: Pedagogia

€ 6,50

La scuola rappresenta quell'ambiente educativo in cui informazione e formazione – attraverso il ponte della cultura – possono incontrarsi. Per questo, una scuola è formativa ed orientativa quando si preoccupa di produrre comunicazione a tutti i livelli: tra insegnanti e allievi, tra passato e presente, tra singoli e gruppo, tra realtà scolastica e realtà extrascolastica. L’insegnare acquista, pertanto, un valore autenticamente formativo quando s’istituisce come comunicazione e si definisce come scambio. Affinché ciò sia possibile, è necessario che l’attività didattica risulti sempre iscritta all’interno di un clima interumano, costruito sul dialogo ed alimentato dalla volontà d’esprimersi e di comunicare. L’insegnamento acquista il suo valore culturale nel definirsi e costituirsi come comunicazione sollecitativa e significativa. Si tratta di riuscire a sollecitare ciò che può venir fuori dall’allievo stesso ed offrire l’opportunità di entrare in contatto con dimensioni significative per la propria vita e per interagire socialmente e moralmente, in maniera adeguata e corretta.


Informazioni sugli autori
Innocenza Ritacco, psicologa, collabora all'interno del corso di Psicologia Generale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Perugia. Per i nostri tipi ha già pubblicato: Legami familiari e autonomia professionale: riflessioni su autobiografie, in P. Nicolini, B. Pojaghi (a cura di), Autonoma-mente: contributi sulla condizione giovanile e Narrazione e autobiografia: identità ritrovate, in P. Nicolini (a cura di), Il racconto autobiografico: riflessioni teoriche e commento di storie. Ha inoltre curato insieme ad A. Allegretti, N. Lopane e P. Nicolini Un ipertesto per la storia della psicologia.

Gaetano Mollo, già professore ordinario di Filosofia dell’educazione presso il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’Università degli Studi Perugia, s’interessa dei problemi della formazione umana, dell’apprendimento morale e critico, dell’educazione ai valori e della comunicazione educativa. È autore di circa trecento pubblicazioni – fra libri, saggi e articoli – tra i quali: Educare alla soggettività (1981), Al di là dell’angoscia (1986), A scuola di valori (1988), La via del senso (1996), Il senso della formazione (2004). Ha pubblicato anche una fiaba per adulti, Ramoso (1994), illustrata da Paolo Lisandrelli (premio “Il viaggio infinito” e “San Valentino d’oro”), gli immaginari racconti del suo cane, Padrone (2009), illustrato da Francesca Greco (premio “Pegasus 2010”) e un romanzo storico, Il sindaco (2011). È presidente del Comitato del Comune di Foligno per lo studio e la promozione del pensiero di Pietro Ubaldi, e ha pubblicato, in tale veste, molti articoli e il libro Pietro Ubaldi biosofo dell’evoluzione umana (2006). Conduce a Foligno, dal 2003, gli incontri dei “Giovedì di Pietro Ubaldi”, assieme a Luca Marzetti. È direttore della collana “La rete” dell’Editrice Morlacchi, per i cui tipi sono usciti La conquista della coscienza (2001), L’arte dell’insegnamento (2001), Linee di pedagogia generale (2005), Padrone (2009), La civiltà della cooperazione (2012), Il leader etico (2014), Dialogo tra un filosofo e un opinionista (2017) e ha curato i volumi Etica delle relazioni (2007) e Relazione e cura (2008). www.gaetanomollo.it

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari