Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Igor Bauersima
norway.today - Tattoo
 


Isbn: 9788860744739
Collana: Morlacchi Spettacolo

€ 8,00

(L’aria echeggia un po’ di “see you in an other world” di NURSE WITH WOUND e di silenzio. Rumore bianco.Entra Julie. Indossa una T-shirt con la scritta: julie@home.shirt)JULIE Eilà, sono Julie. Queste sono le mie prime parole in questo sito. Se perciò la mia comunicazione dovesse apparire fuori luogo, mi scuso. Il mio messaggio è infatti destinato soltanto a coloro che vogliono uccidersi. Prego di conseguenza quelli che non hanno intenzione di togliersi la vita di non occuparsi più di me e di uscire magari per un po’ da questa chat-room.… … …JULIE Io mi suiciderò presto, e la mia non è una decisione improvvisa. Ci ho pensato a lungo. Ora il dado è tratto. Tuttavia, anche se a qualcuno potrà forse sembrare un po’ strano, vorrei farlo assieme a un altro. Perciò ecco la mia domanda: c’è qualcuno che vuole morire con me? Non c’è bisogno che lo diciate subito. Capirei benissimo se nessuno se la sentisse di confessare pubblicamente di averne le scatole piene, di tutto. È possibile che siate in compagnia del partner d’un tratto della vostra esistenza, e che a quello gli vada benissimo di continuare a saccheggiare ancora per un po’ le risorse del pianeta e di aspettare che il cancro o qualche altra rogna lo spazzi via dalla faccia della terra. Io non voglio rompere, sia ben chiaro. Smile. Ciò che voglio dire è che normalmente ci sono ancora tanti legami fra uno che se ne vuole andare e gli altri. Non sono in molti a comprendere il gesto estremo del compimento dell’esistenza, insomma che capiscano che cosa significhi, per la dignità della persona il “togliersi di mezzo”. Normalmente uno vuole vivere finché non s’accorge che se ne sono andati tutti, di essere rimasto solo e di esserlo sempre stato. Insomma uno fra di noi qui sopravviverà a tutti gli altri. Poco ma sicuro. Non che io voglia seminar zizzania, anzi. Perché chi piglia tutto questo mondo ancora sul serio è perfettamente nella norma. Voglio dire, i più sono sicuramente coinvolti e avvinti in qualche significativo, vitale e positivo costrutto mentale. Legami sentimentali, sensi di responsabilità… ci siamo capiti? Mania di affermazione, istinto di riproduzione, voglia di spassarsela e altri reazionari bisogni. Mi va benissimo. Però se siete qui, in questo sito, è solo perché, prima o poi, volete togliervi la vita. Se questa non è una presa per il culo, qui siamo fra di noi. Giusto? Appunto. Già. Dunque.
Informazioni sull'autore
Nato il 23 giugno 1964 a Praga. Nel 1968, dopo l’invasione dei carri armati sovietici, la sua famiglia emigrò prima a Parigi e poi in Svizzera. Vive a Zurigo, dove esercita la professione di architetto, ma è anche musicista, cineasta, autore e regista teatrale. Nel 1994, insieme con altri, ha fondato il gruppo teatrale indipendente OFF OFF Bühne, per il quale scrive i testi. Nel 1998 con Forever Godard riceve il premio per la migliore produzione teatrale indipendente all’Impulse Festival, Nordreno-Westfalia, e l’anno dopo viene portato in televisione. Nello stesso anno Bauersima fonda una casa di produzione insieme con Réjane Desvignes, che nel frattempo recita una parte in Forever Godard e negli anni seguenti firma con lui diversi lavori teatrali. Nel 2000 si impone all’attenzione della critica e del pubblico intervenuti ai Mülheimer Theatertage con norway.today. L’anno dopo Bauersima ottiene il Berner Buchpreis e in seguito a un sondaggio promosso tra i critici teatrali viene segnalato dalla rivista “Theater Heute” come autore dell’anno. Tradotto in oltre 20 lingue norway.today nel 2003 e 2004 è stato il testo più rappresentato sui palcoscenici tedeschi. Con la sua produzione teatrale, Bauersima ha dimostrato di essere un osservatore attento dell’individuo calato nella società contemporanea, di cui offre un quadro lucido e a tratti anche graffiante, senza mai perdere di vista il gioco teatrale.

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari