(Articoli: 0)

Open Access

L’Open Access, nel primo ventennio del XXI secolo, ha stimolato l'editoria accademica a proporre nuove forme di diffusione editoriale, in vista del comune obiettivo europeo di rendere l’informazione scientifica accessibile ad un pubblico più vasto. 
L'OA, tutelando la paternità intellettuale degli autori, realizza i valori costituzionali di promozione e di sviluppo della cultura e della ricerca, la quale viene così disseminata su scala internazionale e garantisce in modo trasparente la trasmissione delle conoscenze alla comunità scientifica, e alla cittadinanza.
Morlacchi Editore UP si pone in collaborazione di autori e lettori perseguendo le due strategie complementari dell'OA:

  • pubblicazione di opere digitali consultabili gratuitamente che prevedono forme alternative di finanziamento, al fine di rendere accessibile la pubblicazione o l’articolo, dal luogo e nel momento scelti individualmente (author/institution pays model, Gold OA);
  • pubblicazione senza fini di lucro (o auto-archiviazione) in archivi elettronici istituzionali o disciplinari della letteratura scientifica referata già pubblicata in sedi editoriali scientifiche (Green OA).
Le pubblicazioni in accesso aperto sono disseminate e valorizzate non in alternativa ai metodi tradizionali di pubblicazione commerciale, ma in modo ad essi complementare.
Scopri i nostri titoli Open Access


I vantaggi per gli autori

  • maggiore visibilità e impatto per i propri lavori
  • possibilità di nuove metriche di valutazione dell’impatto alternative all’Impact Factor
  • possibilità di una peer-review più trasparente ed efficace
  • maggiore facilità di accesso ai dati e ai risultati della ricerca rispetto agli articoli accessibili solo a pagamento
  • possibilità di sfruttare appieno nuove tecnologie quali il text-mining e il data-mining

Le licenze CC e i contratti di edizione

Le opere pubblicate da Morlacchi Editore UP possono essere distribuite liberamente e gratuitamente applicando loro una licenza Creative Commons. È possibile valutare insieme agli autori i vari tipi di licenze, da quella con “Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale” (CC BY-NC-ND 4.0), a quelle ancor più permissive e completamente aderenti ai principi dell'Open Access. La nostra casa editrice prevede un “addendum” al contratto editoriale standard che consente all'autore di ritenere alcuni diritti patrimoniali (allegato 1), specificatamente per quanto riguarda:
  • la riproduzione e la divulgazione della propria opera per fini didattici e/o di ricerca;
  • la pubblicazione della propria opera su siti personali e/o istituzionali e il suo deposito in archivi istituzionali ad accesso aperto;
  • la produzione di opere derivate a scopo didattico.
Morlacchi Editore UP inoltre incoraggia i propri autori a depositare, laddove ce ne sia la possibilità, la versione pubblicata dell'opera nel loro archivio istituzionale o in qualsiasi archivio adatto alla disseminazione, invitando anche bibliotecari e ricercatori a indicizzare i libri delle nostre collane tra le risorse elettroniche della loro biblioteca.

Il rispetto delle prescrizioni presenti nel bando VQR 2015-2019

Il bando della VQR 2015-2019 che dà attuazione al DM 1110 del 29 novembre 2019 relativo alle Linee Guida MIUR per la valutazione della qualità della ricerca 2015-2019 contiene alcuni suggerimenti e prescrizioni sulla disponibilità in Open Access dei prodotti da sottoporre a valutazione (allegato 2). Con la nostra collaborazione potremo aiutarvi nella catalogazione delle opere, garantendo il rispetto del bando e delle linee guida.

Le nostre pubblicazioni in OA

Oltre che sul nostro sito, le monografie in Open Access potranno essere disponibili su TorrossaOpen e su DOAB (Directory of Open Access Books), piattaforme il cui scopo principale è quello di aumentare la visibilità in ambito nazionale e internazionale delle pubblicazioni di natura accademica, sottoposte a peer review, pubblicate in Open Access. Tutti i metadati sono disponibili con licenza CC0 1.0 dal sito stesso. Gli stessi titoli potranno essere inseriti su richiesta anche nei portali OAPEN e Open Edition: la prima è una biblioteca pubblica digitale, i cui titoli sono liberamente accessibili e scaricabili seguendo il principio dell’open access e sono stati sottoposti ad un peer review esterno. Attualmente OAPEN offre accesso a 2500 pubblicazioni di oltre 100 editori da 18 paesi. OAPEN aumenta la visibilità e la recuperabilità di pubblicazioni scientifiche di qualità controllata: dal 2013 sono stati registrati ben oltre 2,5 milioni di download. OAPEN è consigliato dal Consiglio europeo della ricerca ERC per la pubblicazione ad accesso aperto di monografie, capitoli e altri testi lunghi. Le pubblicazioni, che rispondono ai criteri di qualità, sono inclusi nella rete OAPEN. La seconda è una piattaforma internazionale dedicata alla promozione della ricerca nelle Scienze Umane e Sociali e gestita dal Centre for Open Electronic Publishing (che racchiude Centre National de la Recherche Scientifique, Université d’Aix-Marseille, École des Hautes Études en Sciences Sociales e Université d’Avignon et des Pays de Vaucluse). Le riviste invece potranno trovarsi oltre che sul nostro sito, anche in DOAJ (Directory of Open Access Journals). Infine, per tutte le pubblicazioni OA, se la ricerca è a finanziamento europeo, si può valutare anche l’inserimento in OpenAire, altrimenti consigliamo Zenodo, lanciato nel 2013 dal CERN, partner OpenAIRE e pioniere dell’open source, che segue i requisiti del Piano S per i repository ad accesso aperto.

I metadati e l'indicizzazione

I metadati sono informazioni strutturate che presentano, descrivono e localizzano una risorsa informativa, ne permettono il reperimento, l’uso e la gestione e garantiscono la sua conservazione a lungo termine. Nel caso delle pubblicazioni includono campi come date, titoli, autori, affiliazioni, finanziatori, posizione online, identificatori come il DOI. Essi sono finalizzati a rendere possibile:
  1. la descrizione della risorsa (articolo, saggio, capitolo, etc.), intesa come documento o anche come set di dati;
  2. il reperimento della risorsa entro le fonti informative tramite adeguati strumenti di ricerca (motori, metamotori, filter tools, etc.);
  3. la gestione e la fruizione delle risorse depositate in un repository. Siamo convinti che la qualità dei metadati di una risorsa abbia un’importanza primaria perché incide profondamente sulla comprensibilità e rintracciabilità della stessa. 
Ciò promuove l’interoperabilità, lo scambio di dati con una perdita minima di contenuto e funzionalità, nonostante i sistemi multipli siano caratterizzati da hardware, piattaforme di software, strutture di dati e interfacce differenti. Per garantire la loro correttezza e qualità, Morlacchi Editore UP supervisiona con attenzione e cura la fase di inserimento dei metadati, anche tramite la predisposizione di facilities quali liste dinamiche per l’autocompletamento e la cattura/importazione dei metadati da fonti autorevoli esterne (e.g. anagrafica d’ateneo per i dati dell’autore, banche dati e repertori per i dati bibliografici) e convalida i metadati inseriti prima della loro esposizione al pubblico e ai service provider. Efficacia ed efficienza dell’importazione dei metadati sono strettamente legate alle questioni degli identificatori univoci e stabili e dell’interoperabilità tra sistemi. Inoltre, manteniamo e aggiorniamo i metadati a lungo termine, indicando se il contenuto si sposta su un nuovo sito Web e includendo più informazioni col passare del tempo. Ciò significa che vi è una crescente probabilità che i contenuti vengano trovati, citati, collegati, inclusi nella valutazione e utilizzati da altri ricercatori. Per tali ragioni abbiamo aderito ad EBSCO Discovery Service, banca dati internazionale che prevede l’indicizzazione dei metadati e visualizzazione in fulltext di alcuni contenuti, siamo fortemente presenti in Google Scholar, e siamo in costante aggiornamento con altre realtà come PKP (Public Knowledge Project), un’iniziativa multiuniversitaria che sviluppa software open source e conduce ricerche per migliorare la qualità e la portata dell’editoria accademica, Crossref, un’organizzazione associativa senza fini di lucro che esiste per migliorare le comunicazioni accademiche e ProQuest, le cui risorse forniscono strumenti per la ricerca e la consultazione di contenuti autorevoli da parte degli utenti delle biblioteche di tutto il mondo e dei ricercatori.

Servizio di print-on-demand per gli autori di opere OA

Questo servizio è riservato agli autori degli articoli e delle monografie già pubblicati in Open Access che volessero avere a disposizione alcune copie stampate del loro lavoro per una diversa e più tradizionale via di diffusione. Garantiamo la qualità editoriale, selezionando con attenzione i supporti, scelti tra le pregiate carte palatine di varia grammatura, i cartoncini tintoretto crema e neve per le copertine e le patinate lucide e opache per opere che contengono ricchi apparati documentari e fotografici, al costo tipografico di stampa, fornendo un servizio flessibile alle diverse necessità, che può essere utile affiancare alle pubblicazioni ad accesso aperto. Ovviamente, saranno riportate correttamente tutte le codifiche, i loghi, gli indirizzi web, per rendere subito rintracciabile la risorsa nella sua locazione digitale. Potete inviare il file a tecnico@morlacchilibri.com, così da avere un preventivo ad hoc per il numero di copie desiderate nel giro di pochi giorni.



Newsletter

resta aggiornato sulle novità editoriali e sugli eventi Morlacchi



* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy
MORLACCHI EDITORE 2020 - Tutti i diritti riservati
Piazza Morlacchi 7/9
06123 Perugia
Tel. 075 5725297

Partita iva: 01780600548

Website: Intermezzi Services di Attilio Scullari
Seguici su

facebook icon
Facebook
youtube icon
Youtube
instagram icon
Instagram