Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Alfio Vecchio
Il 'Certo' e il 'Vero'
 
Ipotesi per un'etica antropologica

Isbn: 9788860740793
Pagine: 157
Anno di pubblicazione: 2006
Collana: Saggi - Filosofia

€ 20,00

[...] La manipolazione e la radicale deformazione espressiva, per l'intrinseco rigetto di ogni canone e regola riconosciuti, esulano dalla loro specificità tecnica, spezzano un obbligato e concluso percorso mentale che parte da certezze e verità di qualsivoglia natura per approdare alla conseguente. rassicurante ratifica formale, e sanciscono un rimescolamento e quasi un affrancamento tematico complessivo, una sorta di "liberi tutti" concettuale, autorizzando sia a rimanere - se lo si ritiene opportuno - ancora a contatto con l'arte, però destituita dall'incombenza di un presupposto messaggio universale da trasmettere attraverso procedure di comunicabile chiarezza e perciò così intimamente svuotata, privata di alta procura spirituale, ormai solo sperimentale, d'Avanguardia, specialistica, per pochi addetti ai lavori; sia a risalire all'origine del terremoto creativo, a quelle certezze e a quei valori evidentemente ormai falliti, o perlomeno inadeguati, che di norma, perimetrano l'uomo, ne stabiliscono la fisionomia e il senso in un universo tutto antropocentrico e perciò costruito sin qui a sua esclusiva misura.
Informazioni sull'autore
Alfio Vecchio (Il Romanticismo Italiano, 1975; Arturo Onofri negli scritti critico-estetici inediti, 1978; ‘Una Peccatrice’ e la genesi della ‘personalità’ verghiana, 1981; L’“io” e la forma, 1991; Ipotesi per un’estetica antropologica, 1992; “L’umana compagnia”, 1997; ‘Il cerchio si chiude’: attualità estetica dell’interpretazione futurista di Giovanni Papini, 2003) insegna Letteratura Italiana Contemporanea presso l’Università di Siena (Fac. Lettere di Arezzo).

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari