Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Alessandro Cesareo
Facundissime vir, potentissime senex… Coluccio Salutati a Petrarca
 


Isbn: 978886074663-4
Pagine: 324
Anno di pubblicazione: 2014
Collana: Saggi di critica letteraria

€ 18,00

Un umanista toscano, notaio, giurisperito, cancelliere ed uomo di Stato, forte di una consumata esperienza di tipo politico derivantegli dal suo permanere in importanti incarichi di tipo istituzionale e, per converso, un illustre poeta lirico, meglio noto ai più per aver operato, all’indomani della diffusione della Commedia di Dante, un importante rinnovamento espressivo e formale, più evidente nelle scelte poetiche da lui stesso portate avanti e rese famose dall’entità e dalla rilevanza assunte dai Rerum vulgarium fragmenta, costituiscono i due prestigiosi interlocutori della presente ricerca.

Intento precipuo è quello di dimostrare come risulti di fatto possibile cogliere la sussistenza di un’intesa politica che, anche se non resa del tutto debitamente esplicita, costituisce un importante punto di riferimento per la progettazione e per la realizzazione di un disegno politico che, inizialmente nato solo come una riflessione maturata in senso agli interessi di un letterato, avrebbe invece potuto costituire, nelle modalità e nei tempi previsti, un’importante occasione per porre sotto gli occhi degli uomini politici del tempo tanto il problema della vacatio istituzionale provocata dal periodo avignonese del Papato che quello, altrettanto significativo, dell’identità della Signoria e del ruolo politico da assegnare alla stessa.

Questa ricerca, interamente fondata sullo sviluppo e sull’analisi, linguistica, letteraria e storica di un carteggio comprendente in tutto dieci lettere, contribuisce a cogliere e ad esplicitare con la necessaria chiarezza e con la dovuta ricchezza di dettagli il profondo, ineludibile significato di carattere politico contenuto nelle missive e relativo ad una situazione senza dubbio particolare, di cui le epistole in questione riescono a cogliere i tratti maggiormente salienti e gli elementi degni di riflessione e di nota.


Informazioni sull'autore

Alessandro Cesareo è laureato in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi La Sapienza, in Scienze Religiose (laurea specialistica), presso la Pontificia Università Lateranense, in Storia e Beni Culturali della Chiesa (laurea specialistica) presso la Pontificia Università Gregoriana, è anche Dottore di ricerca in Lettere Cristiane e Classiche presso la Pontificia Università Salesiana, ed in Studi sul mondo antico presso l’Università Autonoma di Madrid.

Direttore della rivista di studi classici Scholia e della rivista di letteratura italiana moderna e contemporanea Avanguardia,  già Membro del comitato scientifico della rivista di storia Nova Historica, diretta da Roberto de Mattei, è docente ordinario di Letteratura religiosa comparata, Storia della Chiesa moderna e contemporanea, di Storia delle Religioni, di Didattica, di lingua latina e di lingua greca presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Fides et Ratio de L’Aquila, collegato alla Pontifica Università Lateranense.

È autore di numerose monografie e saggi, tra i quali ricordiamo: Vertendo legimus, manuale di avviamento alla traduzione latina, comprensivo di guida per il docente e di CD e sussidi multimediali per studenti e docenti, Pagine, Roma 2003; Tà Ellenikà gràfein, manuale di avviamento alla traduzione dal greco, Pagine, Roma 2004; Cicerone, Cato Maior sive De senectute (introduzione, note e commento), Pagine, Roma 2005; Collana di moduli, testo ad uso degli studenti della Scuola di Specializzazione per insegnanti della scuola secondaria (S.S.I.S), Morlacchi Editore, Perugia 2003; Professione docente, Morlacchi Editore, Perugia 2004;Un’ipotesi applicativa della legge 53: strumenti per la professione docente, Morlacchi Editore, Perugia 2006; Il Cavaliere Erardo Ognibeni: un’interessante figura di Podestà a Levico, Morlacchi Editore, Perugia 2007; Seneca, De brevitate vitae (testo critico, note, cd con lettura ed interpretazione del testo), Morlacchi Editore, Perugia 2008; Il campo, Morlacchi Editore, Perugia 2011; Storia della Bielorussia (a cura di), Perugia 2011; A. Cesareo, L’elemento religioso come fattore di sviluppo letterario e linguistico all’interno del Tardoantico: un’ipotesi di approccio storiografico, in (AA.VV.), in Miscellanea in onore di Mons. Giuseppe Molinari, Tau Editrice, Todi 2012; Egidio di Albornoz tra guerra e pace, MGC Edizioni, Roma 2012; Fede e potere. Ritratto inedito di Carlo Magno nei Gesta Karoli di Notkero Balbulo, MGC Edizioni, Roma 2012;Gran segreto è la vita. Un percorso di rilettura degli atti dell’Adelchi, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Volui garrire aliquid: il contributo di Gerolamo e di Didimo Cieco al dibattito pneumatologico della Chiesa delle origini, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Platone, Si ch’a mirarla intenerisce ‘l core. Luoghi danteschi in Giacomo Leopardi, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Saggi di letteratura latina, Morlacchi Editore, Perugia 2014.


www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari