Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Alessandro Cesareo
Sì ch'a mirarla intenerisce 'l core. Luoghi danteschi in Giacomo Leopardi
 


Isbn: 9788860740618
Pagine: 178
Anno di pubblicazione: 2013
Collana: Saggi di critica letteraria

€ 13,00

Sulla ricchezza, sulla varietà e sull’armonica complessità del verso leopardiano, mirabilmente condotto dall’autore ad una perfezione stilitico-espressiva che non ha eguali nella nostra letteratura, si è già scritto con evidente sovrabbondanza e per ogni dove, sicchè non è il caso di ripetere quanto è stato già dipanato o compiutamente argomentato, per cui non è il caso di riprendere il già tanto trattato tema relativo alla presenza degli autori greci e latini, classici e non, nei versi degli Idilli, così come i fiumi d’inchiostro versati per raccontare l’evoluzione degli stili poetici leopardiani venutisi a creare tra l’inizio e la fine della produzione lirica del poeta recanatese non consentono di riprendere, in questa specifica sede, dei temi e degli argomenti in merito ai quali è stato detto, in concreto, tutto quanto era possibile dire o intuire. Obiettivo specifico della monografia in oggetto è, invece, quello di affrontare un aspetto non molto noto dell’ispirazione poetica leopardiana colta nella sua variegata complessità, ovvero la ripresa d’immagini e di luoghi danteschi, sussunti all’interno di un mirabile disegno poetico ed interpretativo che contribuiscono a rendere tale rivisitazione leopardiana assai simile al prezioso frutto derivante da una scelta lungamente ponderata e maturata da parte dell’autore e tale da regalarci intermezzi lirici di ampio respiro. Il volume in oggetto, ripercorrendo le tappe più importanti e le fasi maggiormente incisive del processo di maturazione poetica ed espressiva del Leopardi, intende dunque evidenziare il valore ed il significato degli apporti danteschi all’interno di tale, suggestivo cammino di elaborazione e di maturazione del verso della canzone libera leopardiana.


Informazioni sull'autore
Alessandro Cesareo, nato a L’Aquila, appartiene all’équipe dei Coordinatori e Super-visori di tirocinio reclutati negli ultimi mesi dell’anno 2000, dopo regolare concorso indetto nell’ambito della Facoltà di Scienze della Formazione, con il delicato ed impegnativo compito di contribuire, insieme ad altri, abili docenti della Secondaria e grazie anche ad una professionalità ‘fatta sul campo’, alla formazione dei futuri colleghi che entreranno nei ruoli della scuola media inferiore e della secondaria superiore. Già titolare di Latino e Greco nei Licei per effetto di concorso ordinario, nonché docente di Greco Biblico presso l’ISSR di L’Aquila, Cesareo ha superato il concorso per il Lettorato in Lingua Italiana nei paesi di area ispanica, ma è anche autore di alcuni articoli sulla poesia e sul linguaggio d’amore in Properzio e in Virgilio, oltre che recensionista sulla rivista “Nova Historica” e collaboratore della rivista “Scholia didactica”, annessa alla rivista di filologia classica diretta da Riccardo Scarcia. Ricordiamo anche una sua opera di recentissima pubblicazione, Vertendo legimus, testo di avviamento alla comprensione ed alla traduzione della prosa latina, edito da Pagine e comprensivo dell’utilizzo dei linguaggi multimediali nello studio delle lingue classiche, oltre a un volumetto di didattica del latino ad uso dei docenti di liceo. Sono altresì in stampa, dello stesso, volumi di letteratura latina a struttura modulare ed un testo di avviamento alla traduzione della prosa greca, oltre ad un romanzo auto-biografico.

www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari