Menu Newsletter
 Iscriviti alla nostra newsletter!
email


* Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le Privacy Policy

Alessandro Cesareo
Veteres octoginta libros rettulerunt... Un'ipotesi di datazione degli Annales Maximi
 


Isbn: 9788860746405
Pagine: 140
Anno di pubblicazione: 2014
Collana: Saggi di critica letteraria

€ 13,00

Una questione oltremodo complessa, quella qui affrontata, ovvero quella relativa al controverso problema della datazione degli Annales Maximi, le relazioni annualmente redatte dai Pontifices Maximi, che secondo la communis opinio furono oggetto di una redazione complessiva curata dall’Augure Mucio Scevola nel 130 a.C., e che invece, in base a quanto dimostrato dallo studioso americano B.W. Frier, sarebbe invece da attribuire all’erudito Verrio Flacco.

L’opera in oggetto sarebbe dunque databile al pieno sviluppo dell’età augustea, per cui si porrebbe in campo anche il connesso problema del valore e delle funzioni di un genere letterario che, come la storiografia, non può essere ritenuto avulso da influssi o condizionamenti di ordine politico.

Tali, dunque, le modalità della produzione storica romana, anche in considerazione del fatto che a Roma si sviluppò una consapevole forma di emulazione che, rivolta al confronto con il modello greco, ebbe a manifestarsi anche come imitatio cum variatione ed oppositio in imitando nei confronti dei Greci. Più che un genere letterario stricto sensu, i Latini tentarono dunque in tutti i modi di elaborare una concezione della vita e dell’arte che fosse il più possibile vicina al loro senso pratico delle cose e alla loro innnegabile e costruttiva capacità organizzativa, chiara espressione di una tendenza al concreto che contraddistingue, ed in un certo senso separa anche, il mondo romano da quello greco. Queste, in sintesi, le linee generali della presente monografia, al cui interno, attenzione per le fonti ed analisi delle tendenze generali di una civiltà e di un’epoca costituiscono i punti di maggiore incidenza.


Informazioni sull'autore

Alessandro Cesareo è laureato in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi La Sapienza, in Scienze Religiose (laurea specialistica), presso la Pontificia Università Lateranense, in Storia e Beni Culturali della Chiesa (laurea specialistica) presso la Pontificia Università Gregoriana, è anche Dottore di ricerca in Lettere Cristiane e Classiche presso la Pontificia Università Salesiana, ed in Studi sul mondo antico presso l’Università Autonoma di Madrid.

Direttore della rivista di studi classici Scholia e della rivista di letteratura italiana moderna e contemporanea Avanguardia,  già Membro del comitato scientifico della rivista di storia Nova Historica, diretta da Roberto de Mattei, è docente ordinario di Letteratura religiosa comparata, Storia della Chiesa moderna e contemporanea, di Storia delle Religioni, di Didattica, di lingua latina e di lingua greca presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Fides et Ratio de L’Aquila, collegato alla Pontifica Università Lateranense.

È autore di numerose monografie e saggi, tra i quali ricordiamo: Vertendo legimus, manuale di avviamento alla traduzione latina, comprensivo di guida per il docente e di CD e sussidi multimediali per studenti e docenti, Pagine, Roma 2003; Tà Ellenikà gràfein, manuale di avviamento alla traduzione dal greco, Pagine, Roma 2004; Cicerone, Cato Maior sive De senectute (introduzione, note e commento), Pagine, Roma 2005; Collana di moduli, testo ad uso degli studenti della Scuola di Specializzazione per insegnanti della scuola secondaria (S.S.I.S), Morlacchi Editore, Perugia 2003; Professione docente, Morlacchi Editore, Perugia 2004;Un’ipotesi applicativa della legge 53: strumenti per la professione docente, Morlacchi Editore, Perugia 2006; Il Cavaliere Erardo Ognibeni: un’interessante figura di Podestà a Levico, Morlacchi Editore, Perugia 2007; Seneca, De brevitate vitae (testo critico, note, cd con lettura ed interpretazione del testo), Morlacchi Editore, Perugia 2008; Il campo, Morlacchi Editore, Perugia 2011; Storia della Bielorussia (a cura di), Perugia 2011; A. Cesareo, L’elemento religioso come fattore di sviluppo letterario e linguistico all’interno del Tardoantico: un’ipotesi di approccio storiografico, in (AA.VV.), in Miscellanea in onore di Mons. Giuseppe Molinari, Tau Editrice, Todi 2012; Egidio di Albornoz tra guerra e pace, MGC Edizioni, Roma 2012; Fede e potere. Ritratto inedito di Carlo Magno nei Gesta Karoli di Notkero Balbulo, MGC Edizioni, Roma 2012;Gran segreto è la vita. Un percorso di rilettura degli atti dell’Adelchi, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Volui garrire aliquid: il contributo di Gerolamo e di Didimo Cieco al dibattito pneumatologico della Chiesa delle origini, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Platone, Si ch’a mirarla intenerisce ‘l core. Luoghi danteschi in Giacomo Leopardi, Morlacchi Editore, Perugia 2013; Saggi di letteratura latina, Morlacchi Editore, Perugia 2014.


www.morlacchieditore.it 2014 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari