Multimedia Morlacchi Varia
MULTIMEDIA
Booktrailer Controcorrente di Alvaro Masseini
Photogallery Morlacchi Varia
PHOTOGALLERY
Foto Galleria
Arcimboldo perugino - presentazione

Salvatore Jacobelli
Mulini ad acqua nei territori di Vico nel Lazio, di Guarcino e di Collepardo
 


Isbn: 9788893922531
Pagine: 198
Anno di pubblicazione: 2021
Collana: Guide al territorio

€ 15,00

Molti anni fa, esplorando il corso del fiume Cosa nel territorio di Guarcino e di Vico nel Lazio, nonché il corso del fiume Rio e Fiume, nel territorio di Collepardo, notai una serie di ruderi di vecchi mulini. La scoperta mi riportò indietro nel tempo quando avevo incontrato per la prima volta “l’uomo bianco”, il mugnaio, che dialettalmente a Vico veniva chiamato “mulᵉnarᵉ”. La curiosità è stata sempre patrimonio del mio conoscere, così, grazie all’aiuto di alcuni amici archivisti, in particolar modo Giorgio Troja, mi sono ritrovato una infinità di documenti da esaminare dai quali estrapolare notizie per dare risposte alle mie domande. Il presente studio lo dirà a chiare lettere: darà risposte a chi vuole sapere cosa c’era lungo il corso dei fiumi dei nostri paesi. L’amore viscerale che ho per queste tre cittadine, Vico nel Lazio, Guarcino e Collepardo, mi ha permesso, dopo lunghe ricerche, di scrivere le belle pagine di scoperta e di conoscenza sul come venivano trasformati, attraverso i mulini ad acqua, i chicchi “d’oro” di grano che diventavano farina, poi, pane quotidiano.
Informazioni sull'autore
Salvatore Jacobelli è nato a Vico nel Lazio (FR), da Cesare e da Salòme Diamanti, sposato con Orietta Zuccherini, ha due figlie, Salòme ed Alessandra e cinque nipotine: Elisabetta Rita, Sabah Giorgia, Eleonora Maria, Marisol Orietta e Loren Anna. È vissuto a Vico fino alla prima giovinezza; ben presto, però, è partito per il Nord. Dal 1969 ha lavorato nella Corte di Appello di Milano e, nel frattempo, ubbidendo ad una forte aspirazione, ha frequentato la Scuola Canto Formazione Artisti del Coro alla Scala per tre anni, e, contemporaneamente cantava nel coro della parrocchia di Santa Maria del Suffragio diretto dal Maestro Pietro Ferrari e nel coro Mediolanum diretto dal Maestro Luciano Trovati. Trasferitosi a Perugia nel 1972 ha lavorato nella Procura della Repubblica presso il Tribunale. Nel frattempo ha avuto modo di soddisfare la sua profonda vocazione di cantore, divenendo ambasciatore del bel canto d’Italia nei diversi continenti in cori prestigiosi: coro “Laurenziana” del Duomo di Perugia, sotto la direzione del Maestro Mons. Pietro Squartini; “I Cantori di Perugia”, sotto la direzione dei Maestri Carlo Alberto Jorio, Gianclaudio Mantovani, Stefano Ragni e Renato Sabatini con i quali ha cantato anche all’estero: Svezia, Jugoslavia, Francia e Stati Uniti; dal 1977 è stato componente del famoso coro de “I Cantori di Assisi”, sotto la direzione del Maestro Padre Evangelista Nicolini, poi, diretto dal Maestro Padre Maurizio Verde. Con questo coro ha fatto varie tournées: tre volte negli Stati Uniti, toccando quasi tutti gli Stati, Kenia, Giappone, Australia, Israele due volte (Terra Santa), Francia, Svizzera, Ungheria, Danimarca, Lussemburgo, Austria, Belgio, Germania, Brasile due volte, Argentina. Ha fatto parte del “Coro della Cappella Musicale Pontificia” (Sistina), sotto la direzione del Maestro Mons., poi Cardinale, Domenico Bartolucci effettuando anche una tournées sempre negli Stati Uniti. Il 24 giugno 2006 ha cantato con il Coro Polifonico della Fondazione “Domenico Bartolucci” al concerto dedicato a Sua Santità papa Benedetto XVI nella Cappella Sistina, diretto dallo stesso maestro. Ancora, ha fatto parte de “I Cantori di San Carlo al Corso” di Roma, sotto la direzione del Maestro Claudio Dall’Albero, in occasione di due tournées: Spagna e Marocco, Russia; l’Ottetto Vocale “Audite Nova” di Perugia, sotto la direzione del Maestro Sergio Schioppa; Ensemble “Laus Nova” Deruta diretto dal Maestro Mauro Branda; coro “Praenestinae Voces”, diretto dal Maestro Mons. Renzo Cilia, già Segretario della Cappella Musicale Pontificia (Sistina) partecipando a tre tournées: Malta, in occasione del Victoria Arts Festival, Grecia Polyphonic Festival of Tripolis, Germania e Austria. Dal 1998 è componente effettivo del “Coro della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco d’Assisi”, diretto dal Maestro Padre Giuseppe Magrino. Impegni e concerti tenuti in tutta Italia e all’estero (Spagna, Malta, Germania, Svizzera-Ginevra nel teatro “Victoria Hall” per la Giornata Mondiale della Pace proclamata dall’ONU, Ucraina, Polonia, Turchia- Istanbul); particolare menzione il servizio in San Pietro in Roma alla presenza di papa Giovanni Paolo II, ora santo, in occasione del Giubileo degli Artisti nell’anno 2000; nel 2002 ad Assisi in occasione della Giornata Mondiale per la Pace e nel 2007, sempre in Assisi, alla presenza di Sua Santità Benedetto XVI. Altro straordinario concerto tenutosi per il 750° anniversario della dedicazione della Basilica di San Francesco sotto la direzione del M° Kery-Lynn Wilson; nel 2010 ha eseguito con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI il Concerto di Natale trasmesso in Mondovisione dalla Basilica di San Francesco in Assisi; altro concerto “Orantibus in loco isto” nel Duomo di Milano 5 febbraio 2010. Partecipa saltuariamente all’attività corale di: “Santa Maria di Loreto” e “Rossini Chamber Choir” di Pesaro diretti dal Maestro Simone Baiocchi, straordinaria esecuzione “Omaggio al Maestro Domenico Bartolucci” presso Il “Pontificio Istituto di Musica Sacra” Roma 14 novembre 2009; coro della Parrocchia di “Santo Spirito” in Perugia diretto dal Maestro coreano In Sang Hwang in particolare nelle produzioni della versione integrale del “Messiah” di Haendel ed il “Requiem” di Fauré, e il concerto di Pasqua 2012 con l’orchestra sinfonica Scarlatti di Napoli; “corale Porziuncola” della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, Assisi, diretta dal Maestro Padre Antonio Giannoni; coro di Città di Castello diretto dal Maestro Marcello Marini; coro “Filippo Marchetti” di Camerino diretto dal Maestro Lamberto Lugli; coro di Monteluce (Perugia) diretto dal maestro Francesco Mancino; Quartetto “I liberi Cantatori”: maestro Gloria Banditelli, mezzosoprano, Marta Begliomini soprano, Salvatore Jacobelli tenore, Moreno Ilicini basso. Ha partecipato a tre campi di lavoro come volontario: in Brasile, con i padri Barnabiti nello Stato del Parà, guidati da padre Giuseppe Maria Cagni; in Tanzania, con i Missionari della Consolata, ed ancora in Brasile con padre Giovanni Maria Scalese. Nel 1970 ha partecipato al concorso internazionale di poesia “Gabriele D’Annunzio” a Basilea (Svizzera) con la poesia “I vecchi” premiata tra le venti classificate. Ha curato la presentazione, raccolta postuma, delle liriche di Mario Battisti “Soliloquio Notturno” (Abbazia Casamari, 1992) e la presentazione di poesie di Pietro Puspi in “Questa folle Generazione” (Abbazia di Casamari, 1994). È stato vice presidente del Cosiglio di Istituto del Liceo Classico “A. Mariotti” di Perugia. Il “Vocabolario del Dialetto di Vico nel Lazio”, da lui pubblicato, è stato recensito in “Contributi di Filologia dell’Italia Mediana” VIII (1994) dall’Università degli Studi di Perugia e da Francesco Avolio (1995) recensione a Jacobelli (1993), in “Rivista Italiana di dialettologia” 19 1995: 318-320; Gioacchino Giammaria in “Latium” rivista di Studi storici 28-29 (2011-2012) Anagni-Palazzo Bonifacio VIII. Citiamo solo alcuni testi pubblicati con riferimento nelle parti interessate al vocabolario: Studi linguistici italiani-volume 24 Editore Edizioni Universitarie 1998 – University of Michigan (USA); Wolfagong Schwcickard Deonomasticon Italicum-Dizionario storico dei derivati da nomi geografici e da nomi di persona. Volume III M-Q pag. 236-Niemeyer Tubigen 2009; Remo Brocchi - Nomi e volti della paura nelle valli dell’Adda e della Mera - Bonazzi 1999 Tubingen pag. 478; Manlio Cortelazzo. I dialetti italiani: Storia, struttura, uso. UTET 2002; Quaderni di semantica, volume 28, Editore Il Mulino 2007. Nel 2014, 8 agosto, dal Comune di Vico nel Lazio, Comitato “Amo la mia Terra” ha ricevuto insieme al suo amico Stefano Palla Lattanzi, il premio Vico 5a edizione. Ha fatto parte, come tenore, del Coro “Ensemble Vocale-Instrumental Perusien de Musique Sacrée” direttore artistico e musicale, Renato Sabatini. Ha cantato con gli studenti della classe di canto risorgimentale e barocco prof. Gloria Banditelli del Conservatorio Statale di Musica barocca G. Frescobaldi di Ferrara eseguendo musiche su testi del Petrarca e di vari autori dei secoli XV-XVII; il 28 maggio del 2015; il 7 febbraio 2016 in occasione del carnevale rinascimentale di Ferrara. Il suo libro “Un Paese come Scuola” Il gioco come momento educativo e formativo, è stato adottato in varie scuole di Perugia e provincia e in varie scuole nella provincia di Frosinone. Il libro “Motti Proverbi Preghiere Canti Religiosi di Vico nel Lazio” è stato oggetto della tesi di laurea specialistica in Musicologia “Analisi e approfondimento di uno studio sui canti di Vico nel Lazio” di Salòme Iacobelli, all’Università degli Studi di Pavia, anno accademico 2006/2007. Aldo Palazzeschi lo ha omaggiato scrivendogli una bella dedica nel libro delle sue poesie “Canto a Vico”: C’è tutta la dolcezza di un angelo ferito in questa voce. Con lo Storico dell’Arte Aldo Cicinelli e con il contributo del Comune di Vico nel Lazio, della Pro Loco e di poche persone sensibili all’arte, ha curato le targhe turistiche con notizie storiche affisse fuori le chiese di Vico e in alcuni monumenti importanti. Ha promosso e curato il restauro delle Cone (edicole) devozionali di campagna. Promotore del restauro della Madonna dei sette veli in Santa Maria. Ha ideato e promosso il Comitato per il restauro dell’organo del XVIII sec. della Parrocchiale di San Michele Arcangelo, con il valido contributo di Giulio Maurizio Giacomini. Ha fatto eseguire in Vico concerti dei “Cantori di Assisi”; del “Coro della Cappella Musicale Pontificia di San Francesco in Assisi”, del coro “Praenestinae Voces”; del coro di “San Carlo al Corso” di Roma; Quartetto “Liberi Cantatori” di Assisi, diretti da Gloria Banditelli in occasione della festività di San Biagio in Vico; del coro del “Vicariato della Città del Vaticano - Basilica di San Pietro”, Roma. In occasione dell’inaugurazione dell’organo restaurato il 30 giugno 2018, ha fatto eseguire brani musicali dal famoso tenore francescano, Fra Alessandro Brustenghi di Santa Maria degli Angeli in Assisi. Ha ideato e suggerito al proprietario Antonio Carinci il nome del ristorante in Vico “I Giardini del Borgo”. 
A cura di Salòme e Alessandra Jacobelli.

Eventi

Premi e
concorsi


Morlacchi Editore - P.zza Morlacchi 7/9 - 06123 PERUGIA
Tel. 075-5725297
E-mail. redazione@morlacchilibri.com
Copyright © 2016
Website: Attilio Scullari